Dott.ssa FEDERICA MICANTI - Medico Veterinario

./website/data/picture/img_art_0410/discus.jpg

I Discus sono fra i pesci più conosciuti e famosi negli acquari di acqua dolce.
Non sono proprio alla portata di tutti, perché il loro costo è un po’ più alto rispetto alla maggior parte degli altri pesci.
Appartengono alla grande e numerosa famiglia dei Ciclidi, genere Symphysodon. Ne esistono due specie: S. discus e S. aequifasciatus.
Quest’ultima specie è di gran lunga la più diffusa sia in acquario sia in natura.
Sono originari del  bacino amazzonico, si trovano soprattutto in lagune e rami "morti” dei fiumi, con rive ricche di vegetazione palustre, rami e tronchi caduti.

 

Bio… cubo

A causa delle loro dimensioni i Discus devono essere ospitati in una vasca di almeno un metro di lunghezza, preferibilmente di 40-45 centimetri di altezza.
La forma ideale è quella a parallelepipedo, ma anche la cubica può andar bene (può tranquillamente divenir parte dell’arredamento della casa).
La collocazione da preferire è quella classica, con uno dei due lati lunghi a ridosso di una parete.
I Discus possono essere ospitati in una vasca tradizionale, che risponde cioè solamente a canoni estetici, oppure in una vasca "biotopo”, ossia con pesci e piante provenienti dalle stesse zone in cui vivono in natura, e in compagnia di alcuni simili, a eccezione del periodo della riproduzione.

 

Morsicati

Sono tra i Ciclidi più pacifici e tolleranti, quindi possono essere messi nella stessa vasca con altri pesci più piccoli.
Ma ci sono delle eccezioni. Infatti  essendo i Discus molto timidi, risentono per esempio della presenza di pesci  molto veloci, come barbi ed alcuni caracidi, che hanno il vizio di morsicarli continuamente sulle pinne.
In caso di acquario "biotopo”, pesci della stessa provenienza dei Discus sono per esempio i Cardinali ed i Neon.

 

 

Prima ti soffio e poi ti mangio

Il fondo della vasca può essere allestito con sabbia scura e fine, con sopra una strato di 2-3 centimetri di ghiaietto fine.
Questo perché in natura i Discus si nutrono "soffiando” sulla sabbia del fondo per mettere in evidenza i vermi di cui sono ghiotti. Anche in acquario hanno lo stesso comportamento: soffiano sul mangime che si deposita sul fondo, per cibarsene.
Per facilitare la pulizia della vasca possiamo inserire dei pesci pulitori come i Corydoras.

 

Galleggianti

Un numero elevato di piante e nascondigli può far sì che i Discus restino quasi sempre nascosti e che rimangano timidi.
Al contrario è utile predisporre nell’acquario delle piante galleggianti, che attenuino la luce diretta  proveniente dall’alto, estremamente sgradita a questi pesci. È indispensabile predisporre un buon sistema di filtraggio e provvedere a frequenti (ma parziali!) cambi dell’acqua.

 

Amore per sempre

I Discus sono famosi, oltre che per i loro colori e in generale per il loro aspetto, anche per le cure parentali.
Il maschio e la femmina (che non possono essere distinti morfologicamente), formano una coppia decisamente stabile.
Dapprima la femmina, passando su una superficie rigida, depone le uova, poi il maschio le feconda.
Dopo circa 48 ore le uova si schiudono ed escono le larve, che rimangono per alcuni giorni adese al substrato dove sono "nate”, dopo di che si attaccano al corpo dei genitori, alimentandosi con uno speciale muco molto nutriente, da essi secreto.
Questo comportamento del tutto particolare ed affascinante, dura alcuni giorni, fino allo svezzamento, quando possono essere somministrati ai piccoli naupli di artemia e mangime secco in polvere.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!