IN PRIMO PIANO

CVBD World Forum per discutere insieme sui cambiamenti delle malattie trasmesse da vettori

CVBD World Forum  Il 14esimo CVBD (Companion Vector-Borne Diseases) World Forum ha dato il benvenuto a parassitologi, medici veterinari ed esperti di epidemiologia di tutto il mondo per discutere sui cambiamenti della distribuzione de ...
Continua..
Enzo Salvi torna in teatro con “Io un attore cane”

 Dal 24 aprile al 5 maggio al Teatro Tirso de Molina Il primo spettacolo dedicato agli amici a 4 zampe! Ogni sera farà solidarietà raccogliendo alimenti, medicine, accessori da destinare ai volontari che si occupano di rifug ...
Continua..
A Carvico due aziende internazionali adottano animali maltrattati ed abbandonati

CARVICO E JERSEY LOMELLINA IL WELFARE SI MISURA (ANCHE) CON L’AMORE VERSO GLI ANIMALI "La grandezza e il progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui questa tratta gli animali.” Mahatma Gandhi A Carvico, in ...
Continua..
Nel Milanese parte un innovativo progetto

È in atto una rivoluzione nella secolare relazione tra uomo e cane Come i cani possono migliorare gli uomini Parte dal cuore del Parco del Ticino la rivoluzione che esalta la secolare relazione che esiste tra uomo e cane. Il "Centro Cin ...
Continua..
Una giornata a contatto con la natura per tutta la famiglia

Sabato 4 Maggio Agriturismo La Costa, Sariano di Gropparello (PC)  PIO BAU CLICK Cargill® col suo brand Raggio di Sole® è tra i promotori di questa speciale iniziativa dedicata ai bambini e al loro rapporto con gli animali e l ...
Continua..
Riapre la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese

Venerdì 19 aprile 2019 RiapreBAUBEACH® https://www.baubeach.net/ Il prossimo venerdi 19 aprile Baubeach®, la spiaggia per cani ecofriendly di Maccarese, riapre i suoi battenti, per dar modo ai Soci di festeggiare il ponte pasquale ...
Continua..
Anemoni in acquario

 

 

                          Dott.ssa FEDERICA MICANTI - Medico Veterinario


Gli anemoni sono creature particolari e intriganti, che popolano gli acquari marini di numerosi appassionati in ogni parte del mondo.

Oltre a essere esteticamente molto accattivanti, ci permettono di rivivere in casa nostra la bellezza dei fondali marini più ricchi e incontaminati.

Nonostante il loro indiscusso fascino, però, la detenzione degli anemoni in acquario è tutt’altro che semplice, ed è per questo motivo che queste splendide creature non sono adatte ai neofiti.


Informarsi, prima di tutto

Il motivo principale delle difficoltà che implica la detenzione degli anemoni, è che spesso non siamo in grado di riprodurre in maniera adeguata il loro habitat naturale per quanto riguarda luce, alimentazione e allevamento in generale.

La cosa migliore che possiamo fare è documentarci prima dell’inserimento in vasca circa le necessità e le esigenze della specie che vogliamo ospitare, questo ci permetterà di far sopravvivere i nostri anemoni il più a lungo possibile.


Luce naturale

I problemi con cui l’acquariofilo può essere costretto a cimentarsi sono legati alle caratteristiche chimiche dell’acqua (per esempio alla presenza di nitrati e altre sostanze chimiche nocive), all’illuminazione, oppure a un’eccessiva vicinanza con altri ospiti invertebrati.

Per quanto riguarda l’illuminazione sarebbe preferibile ricorrere alla luce naturale, anche se ciò non è sempre possibile; purtroppo le lampade in commercio, benché molto sofisticate, non riescono a riprodurre le varie fasi di illuminazione del giorno, che presentano ciascuna diversi spettri di illuminazione.

 

 

Acqua in movimento

La temperatura può essere un altro fattore che influisce sulla sopravvivenza degli anemoni, essa non dovrebbe mai superare i 30°C né scendere sotto i 20°C.

Un altro fattore importante per mantenere in perfetta salute i nostri anemoni è la movimentazione dell’acqua, che deve riuscire a tenere puliti i tentacoli dell’animale ma allo stesso tempo non creargli eccessivo fastidio.

Non bisogna mai dimenticare che è proprio il movimento dell’acqua che porta all’animale sia l’ossigeno sia il cibo, e allo stesso rimuove le sostanze di scarto.


Un menù molto vario

Molti acquariofili o semplicemente curiosi si domandano: ma di cosa si nutrono gli anemoni?

La risposta non è semplice.

Molti pensano che essi mangino solamente i pesci che riescono a catturare con il loro micidiale veleno. Niente di più sbagliato.

Gli anemoni si alimentano sia con alcune sostanze disciolte nell’acqua sia con pesci, alghe, insetti, vermi e molto altro.

Gli anemoni sono infatti dei veri e propri cacciatori.

Le diverse specie utilizzano varie strategie di "cattura”, una di queste consiste nell’intrappolare microrganismi come plancton e fitoplancton sui tentacoli per poi condurli alla bocca attraverso le ciglia.

Addirittura gli anemoni che vivono in simbiosi con i pesci pagliaccio si possono nutrire degli escrementi di quest’ultimo.

Da ciò si deduce che per potersi alimentare in maniera adeguata l’anemone deve essere esposto a una corrente che gli permetta di filtrare un giusto quantitativo di acqua ed ottenere il cibo sufficiente per sopravvivere e per mantenersi in buona salute.

 


Gli anemoni sono dei veri e propri cacciatori che hanno messo a punto raffinate strategie di "cattura” delle loro prede.


I problemi con cui l’acquariofilo può essere costretto a cimentarsi se vuole ospitare degli anemoni nella sua vasca sono legati principalmente alle caratteristiche chimiche dell’acqua, all’illuminazione oppure a un’eccessiva vicinanza con altri ospiti invertebrati.


Ospitare degli anemoni in acquario è difficile perché spesso non siamo in grado di riprodurre in maniera adeguata il loro habitat naturale.


La detenzione degli anemoni richiede esperienza, dedizione, tempo libero e molte attenzioni.







Ti potrebbe interessare anche:


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!


Puoi inserire annunci sul mondo PET e trovare quello che stavi cercando, come ad esempio un nuovo amico!