A partire da questo numero, ogni mese troverete un articolo curato da AIPA sul mondo dell’acquariologia, con consigli utili sulla scelta dell’acquario, delle specie di pesci e piante e sulla loro gestione e conservazione in condizioni ottimali. Se ci seguirete in questo percorso potrete essere certi di avere pesci sani e un acquario con tutte le caratteristiche per garantirvi la massima soddisfazione.

L’acquario è un contenitore di vetro con al suo interno un mondo acquatico che grazie alla moderna tecnologia vive quasi del tutto autonomamente. All’acquariofilo sono richiesti soltanto piccolissimi interventi di manutenzione e la somministrazione del cibo. Tutto ciò che occorre è un pò di spazio e una presa di corrente per far funzionare i vari accessori. Un acquario si può installare ovunque in casa, ma sarà bene scegliere una posizione lontana dalla finestra o dal calorifero. Infatti, per poter dosare adeguatamente la luce per le piante e la temperatura dell’acqua per gli ospiti tropicali ci si affida a un apposito impianto di illuminazione e a un riscaldatore elettrico, accessori incorporati nella vasca.

 

 

Anche l’acqua non costituisce un problema: una volta riempita la vasca, sarà l’impianto di filtraggio a mantenere pulito l’ambiente acquatico. L’acquario non va pertanto collegato al rubinetto di casa!


Nel decidere l’ubicazione della vasca si devono però tenere presenti alcuni aspetti tecnici:

 

O IL PESO

Ogni litro d’acqua pesa 1 kg.; a questo peso si aggiunge quello del materiale decorativo, sotto forma di sabbia (per il fondo) e di eventuali rocce, più pesanti dell’acqua. Ci vuole quindi un sostegno robusto sul quale appoggiare la vasca. La soluzione migliore è costituita da un mobile appositamente costruito per l’acquario; l’industria offre una vastissima scelta di modelli che ben si adattano a ogni esigenza di arredamento.


O LA GRANDEZZA DELL'ACQUARIO

Più grande è la vasca, meglio sarà. Un acquario lungo 1 m con una capacità di circa 150 l risulta molto meno difficile da gestire rispetto a uno lungo 60 cm e con circa 50 l d’acqua.
Maggiore è la quantità di acqua, infatti, più stabile sarà l’ambiente e più facilmente questo sopporterà.

Non perdetevi il prossimo appuntamento! Vi illustreremo come scegliere l’acquario.

O QUALCHE ERRORE DELL'ACQUARIOFILO 

A ciò si aggiunge l’effetto scenografico, molto maggiore con un acquario di 1 m. Infine, il costo per il modello tre volte più grande è solo di poco superiore a quello dell’acquario piccolo, ma il primo darà sicuramente molte soddisfazioni in più, specialmente a chi non ha una certa esperienza con l’acquario. Comunque, se proprio non si trova lo spazio adatto, anche un acquario da 60 cm può essere una buona soluzione, se in futuro ci si limita a ospitare pochi pesci piccoli e resistenti.


Gentile lettore, puoi richiedere gratuitamente una copia della nostra rivista PET FAMILY.
Bastano pochi click per entrare nel mondo PET FAMILY!


In questa sezione troverai PET FAMILY news in formato digitale, PRONTA DA LEGGERE!